Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Il passato - scritto e diretto da Asghar Farhadi

Visto e rivisto dopo alcuni anni. Un film bellissimo dove sceneggiatura e regia sembrano bisturi affilatissimi che, ferita dopo ferita, portano alla luce sentimenti consci e inconsci, in un gioco condotto sempre sul crinale di una cresta esilissima. Interpreti perfetti. Da vedere e rivedere.

R: La ragazza con la Leica - Helena Janeczek

Biografia che si svela dai racconti di tre persone che l'hanno amata, un po' prolisso e ripetitivo, ma che deve essere letto fino alla fine per entrare nel clima di quegli anni e capire l'eccezionalità del personaggio.

La forma dell'acqua - Andrea Camilleri

Non avendo letto nulla dell'autore, nè visto la serie in tv, ho voluto leggere il primo libro della serie che lo ha reso celebre, nel giorno della sua dipartita. Pur essendo un poliziesco non mi ha preso, anche se mi ha divertito il siciliese...

La gemella sbagliata - Ann Morgan

Terribile, nel senso buono del termine. Il libro alterna la storia passata, raccontata in un flashback, a quella presente vista con gli occhi di una delle due gemelle con delle descrizioni così dirette e d'impatto da dare i brividi, ma staccarsi è difficile perché prevale la curiosità di sapere come si evolverà la storia, da un colpo di scena all'altro. Consigliato, ma preparatevi ad una carica di emozioni spaventosa.

La veglia di Ljuba - Angelo Floramo

La storia vissuta attraverso ricordi familiari. Un libro scritto bene e molto poetico, ma soprattutto obiettivo nel riportare fatti storici che hanno coinvolto il Nord - Est. Da leggere assolutamente.

E così vorresti fare lo scrittore - Giuseppe Culicchia

Parzialmente autobiografico, scorrevole e divertente, ti da ovviamente lo spunto anche per altre letture ideate dall'autore, come anche altre non di sua produzione. Comunque sia, da leggere anche tra le righe, fino ad arrivare alla domanda finale, quindi da leggere tutto fino alla fine.

Gang - directed by Robert Altman

Splendido film, rigoroso, asciutto, perfettamente ambientato e ottimamente recitato. La fine annunciata di un gruppo di persone descritto dal regista senza enfasi, senza compiacimento, senza compiangimento, senza traccia di giudizio. A distanza di quasi 50 anni ancora un film di assoluto rilievo.