Biblioteca comunale Staranzano

Presentazione libro: "Le vite di prima"

Quando
27 October 2021
Orario
18:00 — 19:15
Dove
Sala Delbianco - Biblioteca comunale di Staranzano
Categorie
Comunicazioni, Libri
Tag
Daniela Galeazzi, Giuseppina Minchella, Vite di prima, Kappa Vu, Biblioteca comunale Staranzano, Roberta Russi, Comune Staranzano

"Mi sembra che la mia vita non sia stata altro che un gioco d’azzardo, una grande lotteria dove i numeri sono usciti a caso…"

La vita di Giovanna la Turca è la storia vera di una bambina che a sei anni è catturata sulla nave del padre durante un combattimento corsaro.

Da quel momento diventa per tutti la turca Avagadun dell’harem del gran visir. Nel racconto che la protagonista fa della sua vita compare il continuo peregrinare da Istanbul a Cefalonia, a Corfù, a Zante, a Venezia e infine a Roma. E compaiono anche le storie parallele di tante persone, storie che dipingono un affresco realistico della vita nella seconda metà del Seicento.

Partendo da strade diverse, Daniela Galeazzi e Giuseppina Minchella hanno scoperto il piacere di scrivere assieme, grazie all’affinità letteraria e all’amicizia che le accomuna. Dal loro sodalizio è nato il romanzo storico L’abiura (Kappa Vu 2015), viaggio di un soldato olandese attraverso l’Europa del Seicento.

Prenotazione e green pass obbligatori, per info telefonare in orario di apertura alla biblioteca: 0481-716990 o scrivere a bibsta@ccm.it

Note biografiche delle autrici

Daniela Galeazzi

Di Palmanova, attiva nel mondo della cultura, presiede da anni importanti associazioni. Ha ideato vari progetti culturali volti alla valorizzazione della città-fortezza di Palmanova e del territorio friulano. Ha scritto articoli e saggi storici e ha intrapreso con passione le vie della narrazione dedicandosi al romanzo storico.

Giuseppina Minchella

Di Palmanova, da tempo promuove la conoscenza della storia politico-sociale nei territori della Repubblica di Venezia con particolare interesse al XVII secolo. Autrice di numerosi articoli e saggi, ancora passa il suo tempo tra le carte dell’Inquisizione per restituire voce a streghe, eretici, emarginati, ribelli.